Dermatologia. Nuovo apparecchio in radiofrequenza per il trattamento cutaneo

17 giugno 2014 - L'ambulatorio di Dermatologia di HPF si è dotato di un nuovo apparecchio in radiofrequenza bipolare per il trattamento del rilassamento cutaneo e delle rughe. Le prestazioni, essenzialmente di carattere estetico, sono svolte dalle specialiste dermatologhe e vengono offerte con tariffe a prezzi convenienti.

«Questo nuovo apparecchio in radiofrequenza - spiega la dermatologa Rosa Devoto - permette, tramite la cessione di calore, di poter correggere le condizioni di rilassamento cutaneo. Una metodica innovativa in quanto non invasiva, che consente di ottenere una sorta di lifting “leggero” che porta ad un ringiovanimento della pelle. Con questo nuovo trattamento veniamo incontro a molte donne che vorrebbero poter mantenere un aspetto giovanile, per piacere ancora a sé stesse, senza dover ricorrere ad interventi chirurgici».
 
«La radiofrequenza - prosegue la dottoressa Devoto - si basa sull’emissione di onde elettromagnetiche che innescano una riattivazione del circolo cutaneo, con una riduzione del pannicolo fibroadiposo e, cosa più importante, un rimaneggiamento del collagene. Il collagene è un tessuto che sostiene la pelle, il rimaneggiamento significa scioglimento del collagene vecchio e stimolo alla formazione di nuovo collagene. Quello che si ottiene, detto in termini pratici, è un “accorciamento” del collagene, con un rimodellamento del profilo del viso. Infatti la zona dove la radiofrequenza dà più soddisfazione è proprio il collo e il profilo del volto, dove la donna, dai 40 anni in poi, comincia a cedere».

«Oltre che sulla lassità cutanea del viso o del collo - aggiunge la dermatologa Maria Giovanna Marinelli - con questo apparecchio, grazie ad altre applicazioni preinstallate, possiamo fare altri interventi: in particolare rimuovere le piccole cicatrici superficiali, tipicamente gli esiti cicatriziali da acne. Altre applicazioni specifiche sono per le rughe perioculari, attorno al naso e al mento e nel contorno delle labbra. I programmi dell’apparecchio vengono personalizzati modificando i parametri di durata e potenza a seconda delle caratteristiche del paziente. Indicativamente il numero di trattamenti ottimale è dieci, ma anche questo è personalizzato in base all’età e alle condizioni della pelle. Gli intervalli di tempo sono di 2-4 settimane ma si può anche prevedere un ciclo di interventi iniziali a cadenza settimanale».

«La radiofrequenza - conclude la dottoressa Devoto - non ha controindicazioni ma non può essere praticata sui portatori di pace maker, per la possibile interferenza di onde elettromagnetiche, e nelle donne in gravidanza. È utile specificare che il periodo estivo non dà controindicazioni poiché la radiofrequenza è una terapia fisica: il gel che applichiamo per il trattamento serve per condurre le onde ed è composto esclusivamente da aloe e acido ialuronico; non contiene, quindi, elementi fotosensibilizzanti».

Le prestazioni dei trattamenti cutanei presso l'ambulatorio di Dermatologia possono essere prenotate:

  • di persona presso i tre sportelli CUP del poliambulatorio HPF, aperto con i seguenti orari: da lunedì a venerdì: orario continuato 8.00-19.00; sabato: 8.00-13.00
  • telefonicamente al call center di HPF (tel. 0521.917701) con i seguenti orari: da lunedì a venerdì: orario continuato 8.00-19.00; sabato: 8.00-14.00

 

 

Devoto, Marinelli