Scrambler Therapy

Si chiama Scrambler Therapy ed è un'innovativa terapia del dolore, non invasiva e priva di effetti collaterali, efficace nel trattamento del dolore cronico, neuropatico e oncologico, soprattutto di quello resistente ad altre procedure.

La macchina per la terapia usa fino a cinque coppie di elettrodi applicati sulla pelle che erogano corrente a bassissima intensità (al massimo 5,5 mA contro i 30-150 mA di una TENS) e trasmettono informazioni al cervello che spengono la sensazione dolorosa. Di fatto, lo strumento intercetta il segnale di dolore e lo neutralizza inviando al cervello un finto segnale di “non-dolore”.

Fin dalla prima applicazione il dolore viene azzerato nel corso del trattamento, l’effetto analgesico si prolunga progressivamente dopo ogni terapia, mentre area e intensità della sensazione dolorosa si riducono. Al termine del ciclo di cure (mediamente di una decina di sedute) la regressione del dolore si mantiene a distanza di tempo e in certi casi diventa definitiva. Nel caso di patologie per le quali non è possibile eliminare stabilmente lo stimolo al dolore cronico, come quelle oncologiche, la terapia, che non dà assuefazione, può essere ripetuta.

Per essere efficace la terapia scrambler dev’essere effettuata da personale appositamente formato: a ogni seduta successiva, infatti, si rivalutano la posizione degli elettrodi e l’intensità dello stimolo, poiché l'area e l’intensità del dolore residuo variano, e può accadere che nella prosecuzione delle sedute gli schemi di posizionamento degli elettrodi vengano modificati anche in modo radicale.

Come si accede al trattamento

Occorre sottoporsi a una visita medica specialistica per valutare se esista indicazione al trattamento scrambler. La terapia è di recente introduzione e non è ancora stata riconosciuta dal Servizio sanitario nazionale, dunque al momento può essere effettuata solo a pagamento.
Per informazioni o prenotazioni:
tel. 0521.917800, dal lunedì al venerdì, ore 8.00 13.00